Aperitivi #biancocoraggio

Cambiano location gli Aperitivi Culturali organizzati dall’associazione Sferisterio Cultura e curati da Cinzia Maroni. Appuntamento all’Asilo Ricci di Macerata, nell’accogliente giardino sulle mura, nei fine settimana del Festival sempre alle ore 12 per scoprire e approfondire i molteplici aspetti di uno dei miti della cultura europea, (il) Don Giovanni.
L’apertura sabato 18 luglio è affidata a Enrico Girardi in un incontro dal titolo Don Giovanni, un’opera buffa;
la riflessione sull’opera mozartiana prosegue con Alberto Batisti che venerdì 24 luglio parla delle Colpe del libertino.
Il secondo fine settimana di Festival si arricchisce di altri due incontri, con Cesare Catà in Trovatore o
dello Storytelling
sabato 25 luglio, e Umberto Curi nel Don Giovanni, dal nome proprio al nome comune domenica 26.
Cambio di prospettiva nel weekend successivo con Giulia Boccassi e Angela Azzaro che indagano il Don Giovanni ai tempi del Me too venerdì 31 luglio, mentre agosto si apre con un gustoso aperitivo insieme al direttore d’orchestra del Don Giovanni, Francesco Lanzillotta, il direttore d’orchestra del Trovatore, Vincenzo Milletanì, e il direttore artistico della FORM-Orchestra Filarmonica Marchigiana, Fabio Tiberi in Ma che musica, Maestro!. L’appuntamento di domenica 2 agosto è all’insegna della contaminazione letteraria con Pasquale Stoppelli in Don Giovanni ne I Promessi Sposi.
La rassegna di incontri di questa edizione, preceduta il 15 luglio da un appuntamento straordinario
per presentare il libro del regista di Don Giovanni, Davide Livermore, 1791 Mozart e il violino di Lucifero, alle ore 18 nel cortile di Palazzo Conventati, si chiude con Andrea Panzavolta, sabato 8 agosto, in Le due cene di Don Giovanni.
Tutti gli Aperitivi Culturali sono corredati da video clip a cura di Riccardo Minnucci, e recitati con Gabriela Lampa.
L’ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su https://www.sferisterio.it/macerata-festival-off/aperitivi-culturali-2020

share

Comments are closed.